Itinerari di gusto

Un week-end di “gusto” in Valle d’Itria

Dalle masserie ai trulli a dominare la scena dei paesaggi rurali, passando per il mare cristallino della zona costiera. La Valle d’Itria è una terra di storia, cultura ma anche sapori.

Il secondo viaggio dopo il primo lockdown l’ho proprio vissuto tra Torre Canne e Cisternino. Ossia una mini vacanza di tre giorni trascorsa godendomi il mare della nota località termale ma anche ammirando il caratteristico borgo (rientrante tra i più belli d’Italia) famoso per le tradizionali e succulenti “bombette”. 

A conquistarmi di Torre Canne ovviamente il paesaggio stesso! Il mare, le sfide ad immergersi nel fiume di acqua gelata che si incontra semplicemente passeggiando lungo la spiaggia ma anche il faro che in maniera imponente emerge e illumina le calde serate estive, simbolo ed emblema della località che rientra nel Parco Naturale delle Dune.

Ma il viaggio in Valle d’Itria è stato anche un vero e proprio percorso di sapori. Se a Torre Canne a regnare sovrano è il pomodoro “regina” (una varietà locale coltivata proprio fra Ostuni e Fasano chiamata così perché il peduncolo ha un caratteristico aspetto a forma di corona), a Cisternino il tratto culinario distintivo è rappresentato dalle “bombette”. Si tratta di involtini di carne di maiale ripieni di caciocavallo serviti in una doppia variante: con impanatura di formaggio e pane o cucinati allo spiedo. Impossibile resistere!

Ma non solo le bontà sulla tavola. Cisternino, inserito tra i borghi più belli d’Italia, è un autentico gioiello della Valle d’Itria. Basta avventurarsi tra le vie del centro storico per comprenderlo! Sarete catapultati in un’atmosfera magica nel bel mezzo delle classiche case bianche in calce, degli archi e dei palazzi storici, fra le scalinate e gli angoli addobbati con composizioni floreali colorate e profumate. Nella piazza principale ottocentesca ammirerete la Torre dell’Orologio, simbolo del borgo. Da non perdere anche la Chiesa Matrice di San Nicola, di origine romanica. Ma quello che mi ha letteralmente conquistata è stata la veduta dalla Villa Comunale, un vero e proprio balcone che si affaccia sulla meravigliosa Valle d’Itria. Qui davvero il tempo sembra fermarsi dinnanzi ad un panorama naturale mozzafiato!